School Movie, da Serino al Giffoni Film Festival

a cura di Pianese Tiziana

 Foto

Serino dopo aver ospitato il 31 Maggio 2017 alle 19.30 in Piazza Mercato la nuova tappa di School Movie, ideata e presentata da Enza Ruggiero, patrocinata dal sindaco Vito Pelosi e fortemente voluta dall’assessore Fausta Molisse, attende il grande evento finale che si terrà proprio tra 1 mese, il prossimo 13 luglio al “Giffoni Experience” proprio nello splendido scenario del Giffoni Film Festival.

School Movie è una rassegna cinematografica e consiste nella realizzazione di cortometraggi da parte degli alunni delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado che rivestono per un giorno, il ruolo di scrittori e poi di piccoli attori. Un progetto dedicato alle scuole del territorio, che mira alla sensibilizzazione e alla crescita etico-morale degli studenti, nonché alla riflessione su tematiche sempre più alla ribalta.

La scuola secondaria di I grado dell’I.C. Serino con il video “Una strana beneficenza” accede alla finale con una storia scritta dalle classi  aderenti nell’ambito di Scuola Viva al corso di “Cittadinanza e Costituzione”, coordinati dalle prof.sse di Lettere Pianese Tiziana e Ciavolino Lucia e con la partecipazione straordinaria del coro della scuola, diretto dal Maestro Pina Petrarca.

Il tema dell’edizione 2017 è “ AMORE ”e gli alunni facendo riferimento ad esso hanno sviluppato la seguente categoria: #SOLOCOSEVERE: •rispetto (per le regole, bullismo, ambiente)  #TERRITORIO: •valorizzazione del territorio (cultura, storia, tradizioni, folclore, prodotti tipici, paesaggio).

Un gruppo di ragazzi, su invito del docente di Musica, si appresta a partecipare a una serata di beneficenza, i cui proventi saranno destinati alla ristrutturazione del tetto del convento di Serino. Alcuni canteranno, altri allestiranno il chiostro e prepareranno il buffet ma intanto qualcuno ne approfitta per prendere in giro coloro che non sono “eletti” e che non fanno parte del coro. Nascono da qui una serie di dispetti: nell’ambito scolastico una foto di gruppo, ritoccata nei minimi particolari al computer, viene affissa nella toilette dei ragazzi, (Ciberbullyng o bullismo elettronico) per  prendere in giro, diffamare, ridicolizzare tutti gli esclusi, con riferimenti espliciti ed offensivi al gruppo stranieri, mentre nei corridoi, sguardi, chiacchiericci e parole grosse vengono pronunciate al passaggio di ognuno di loro. In ultimo, il giorno del concerto, dei coristi – proprio durante l’esibizione in chiesa- si allontanano per scrivere sul pavimento, sotto le arcate del chiostro, con una bomboletta spray la parola “STRANIERI” e per distruggere festoni, palloncini oltre che gettare nella spazzatura il cibo preparato dalle mamme cinesi e bulgare. Ma intenti nei loro misfatti, pur avendo a guardia delle ragazze sentinelle, addette al controllo all’ingresso del chiostro, non si accorgono che al primo piano, dalla finestra di una cella, padre Mimmo, vicario provinciale della Provincia religiosa salernitana-lucana, assiste ad ogni dispetto e corre giù di corsa per fare ai ragazzi un discorso circa la Carità, oltre che per ricordare il motivo per cui sono in quel luogo. Una vera  propria lezione di vita che porterà i bulletti a riflettere ed a  capire che la diversità è una ricchezza reciproca e che conoscersi aiuta. Tutto finisce al meglio e quando il capo bullo assaggia il dolce tipico della mamma di un cinesino, non può fare a meno di dire che è gustoso e di invitare tutti a mangiarlo.

Schoolmovie  ha offerto la chiave per non sottovalutare atti di prevaricazione  ma per sensibilizzare gli studenti al dialogo, al confronto ed al rispetto delle diversità, in uno scenario meraviglioso quale quello del nostro convento, mettendo a frutto un lavoro nato tra i banchi di scuola, in un confronto proficuo tra ragazzi e docenti. Ne è scaturito un lavoro diverso dalla didattica ordinaria che ha portato tutti a vivere un’esperienza insolita e straordinaria, dietro ad un set, in vari e simpatici  Ciak. Schoolmovie patrocinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e  dalla Regione Campania e dalla Provincia di Salerno, fa registrare ogni anno numeri da record. In questa edizione 2017 hanno aderito più di quarantadue comuni di tutta la Campania, con la partecipazione di oltre cento istituti scolastici con il coinvolgimento di  circa seimila ragazzi. Siamo felici che tra quei 42 Comuni ci sia anche Serino e che tra i 6000 ragazzi, 46 fossero proprio della scuola secondaria di primo grado.

 In bocca al lupo ragazzi…..vinca il migliore!