Progetto Educazione alla Legalità

Al via il progetto di formazione ”Educazione alla Legalità, Sicurezza e Giustizia Sociale” presso l’Istituto Comprensivo di Serino.

di  Daniela La Padula

Lo scorso Lunedi 2 Ottobre si è tenuto presso l’aula magna della Scuola Secondaria di Primo Grado il primo dei  4 incontri del progetto “Educazione alla Legalità, Sicurezza e Giustizia Sociale” destinato agli alunni delle classi terminali della  scuola Secondaria di Primo Grado.

Il progetto patrocinato dal Comune di Serino vuole  avviare un percorso di sensibilizzazione nei confronti delle problematiche connesse all’illegalità al fine di contribuire a radicare nei giovani il bisogno e il rispetto della legalità. L’educazione alla legalità va attuata coinvolgendo tutte le componenti della scuola: dirigente, docenti, studenti e famiglie proponendo attività riversate nella quotidianità dei percorsi educativi curriculari continuativi e non episodici.  La Dirigente Lucia Forino  apre il convegno e illustra gli obiettivi di questa iniziativa sottolineando l’importanza di vivere le leggi come opportunità e non come limiti; interviene poi  il   Primo cittadino dott. Vito Pelosi che saluta i presenti ed evidenzia l’importanza della collaborazione con le Istituzioni territoriali al fine di migliorare la società: “ Solo da una collaborazione attiva tra scuola ed Istituzioni Locali si può sviluppare un’autentica  cultura della legalità”.  Coordinatore del progetto è il dott. Sante Massimo Lamonaca, esperto in criminologia clinica e giudice onorario presso il Tribunale di Sorveglianza di Salerno che  illustra nei dettagli gli incontri;  in ognuno è previsto l’inserimento di un relatore esperto il quale svilupperà un dibattito intorno ai temi del disagio giovanile, dei pericoli di internet, della prevenzione all’alcolismo e alla tossicodipendenza e della legalità come condizione di sviluppo e democrazia; in quest’ultimo incontro è prevista la presenza del prete anticamorra, Don Aniello Manganiello.  Le tematiche del primo incontro:  “Responsabilità, Disagio, Autostima e Resilienza” sono state trattate dal relatore ed educatore dott. Angelo Coscia che ha catturato l’attenzione dei ragazzi interagendo attivamente con loro : “ Il disagio cari ragazzi sta nello smettere di sognare; i vostri sogni vanno protetti ed alimentati non difesi”.